ELEMENTI PROBATIVI DI REVISIONE: RICHIESTA DI INFORMAZIONI AI LEGALI

DICEMBRE 2007

Clicca qui per scaricare il testo della lettera nel formato PDF

1. SCOPO DEL DOCUMENTO

Il presente documento intende fornire modelli di riferimento ai fini dello svolgimento delle procedure di richiesta di informazioni ai legali sulle rivendicazioni e sulle cause in corso previste nel principio di revisione n. 501 – “GLI ELEMENTI PROBATIVI – CONSIDERAZIONI ADDIZIONALI PER CASI SPECIFICI”. Le suddette informazioni, di norma, sono acquisite dal revisore quali elementi probativi nell’ambito dell’attività di revisione contabile finalizzata all’espressione del giudizio sul bilancio d’esercizio e sul bilancio consolidato reso ai sensi delle specifiche leggi o su base volontaria, nonché quali presupposti dell’emissione del suddetto giudizio sul bilancio.

L’Allegato A presenta il modello che dovrà essere utilizzato per la richiesta di informazioni ai legali. Il testo è stato condiviso con ASLA – Associazione degli Studi Legali Associati(1).

ASLA ed Assirevi hanno concordato anche il modello di lettera di risposta dei legali alla richiesta formulata dalle società di revisione. Il testo è riportato nell’Allegato B.

Il revisore dovrà valutare secondo il proprio giudizio professionale la necessità apportare gli opportuni adattamenti ed integrazioni richiesti dalle specifiche circostanze. Per tutti gli aspetti non trattati nel presente documento si rinvia al principio di revisione n. 501 “GLI ELEMENTI PROBATIVI – CONSIDERAZIONI ADDIZIONALI PER CASI SPECIFICI”.

 

ALLEGATO A

Lettera di richiesta di informazioni ai legali (carta intestata della società soggetta a revisione contabile)

(Luogo, data)

Spettabile Studio legale………………….

(indirizzo) ………………………………………

…………………………………………………….

……………………………………………………

 

Alla cortese attenzione dell’Avvocato/Avvocati(2)

 

Egregio Avvocato

La [società di revisione] S.p.A.(3) …………………………………………………..sta effettuando la revisione del nostro bilancio al …………. (e dei bilanci delle nostre società controllate – includere dettaglio) e, di conseguenza, La preghiamo, anche in nome e per conto delle nostre società controllate che ci hanno a tal fine specificatamente autorizzato, di fornire a detta società di revisione le seguenti informazioni:

1. Un elenco al [data bilancio] di tutte le controversie e cause in corso, delle controversie intimate o di imminente inizio, di ogni altra passività potenziale e di qualsiasi evento successivo a tale data che sia connesso a quanto detto, dei quali Lei è a conoscenza in virtù di uno specifico incarico professionale conferito dalla Società (e/o dalle nostre società controllate), ovvero in virtù di informativa fornitaLe ai fini del possibile conferimento di un incarico. Al riguardo non Le è richiesto di elencare le pratiche relative a domande avanzate o a dette passività potenziali che possano comportare oneri a carico della nostra società (e delle sue controllate) per importi inferiori a Euro …………………. individualmente e a Euro ……………………. in totale(4).

2. La preghiamo di indicare per ogni pratica elencata:

 la descrizione della controversia, della passività potenziale, ecc., valutando il rischio di soccombenza alla luce della seguente classificazione: rischio probabile, rischio possibile ovvero rischio remoto(5).

la situazione attuale (cioè: causa iniziata, sentenza appellata, ecc.);

la sua opinione riguardo al presunto esito finale, con la quantificazione dell’eventuale onere per la Società (includendo anche le spese processuali, le spese legali, ecc.), nonché l’eventuale coinvolgimento in giudizio di soggetti con i quali la Società ha stipulato una polizza assicurativa.

3. La descrizione di eventuali controversie o domande riconvenzionali che potrebbero originare sopravvenienze attive (es.: risarcimento di danni, domande di indennizzo, manleva, regresso ecc.) indicando la situazione attuale e la Sua opinione circa l’esito finale(6).

4. L’importo del Suoi onorari e delle spese maturate a nostro carico (ed a carico delle nostre società controllate) per i quali alla data del …………..(data del bilancio) non sia stata ancora emessa fattura o altro documento di addebito(7).

Il completamento della verifica da parte dei nostri revisori richiede che la Sua risposta pervenga alla [società di revisione] S.p.A. entro il …………………………

E’ possibile che le opinioni da Lei espresse in risposta alla presente possano essere riportate alla lettera nelle note al nostro bilancio (consolidato); in tale eventualità prenderemo contatto con Lei prima di definire le note al bilancio stesso.

Alleghiamo busta affrancata ed indirizzata per la risposta.

Ai sensi del D.Lgs. 196/2003, Vi informiamo che i dati assunti dalla società di revisione [nome] S.p.A., con sede in [indirizzo], saranno utilizzati esclusivamente ai fini della revisione contabile del nostro bilancio e saranno conservati a cura delle stessa in archivi cartacei ed elettronici nel rispetto delle misure di sicurezza previste dal suddetto decreto. Il conferimento dei dati è necessario per consentire a [società di revisione] S.p.A. di verificare la correttezza e la rispondenza dei dati contabili forniti dalla scrivente società.

I dati acquisiti possono essere oggetto di comunicazione nei limiti previsti dalle normative vigenti e dai principi di revisione alle seguenti categorie di soggetti: Commissione Nazionale per le Società e la Borsa (CONSOB), Autorità giudiziarie, altre società di revisione.

Di essi viene a conoscenza il personale incaricato dal titolare dello svolgimento dell’incarico di revisione, nonché quello deputato alla relativa gestione informatica e amministrativa.

Si rinvia all’art. 7 dello stesso decreto per i diritti spettanti all’interessato a propria tutela.

Nel ringraziarLa anticipatamente per la Sua cortese collaborazione, distintamente La salutiamo.

Società

……………………………….

Legale rappresentante

………………………………

ALLEGATO B

Schema di risposta dei legali alle lettere di richiesta di informazioni delle società soggette a revisione contabile(8 )

Spett.le … [società di revisione]

Alla cortese attenzione di …

e, p.c.

Spett.le … [società soggetta a revisione]

Alla cortese attenzione di …

(Luogo,data)

Revisione contabile della ..

Riscontriamo la lettera datata … della … (la “Società”) con la quale ci viene richiesto di fornirVi talune informazioni ai fini della revisione contabile in corso sul bilancio dell’esercizio …. della Società [e delle società controllate ... (le “Società Controllate”)].

S’intende che, pur esonerandoci la richiesta della Società(9) dall’obbligo di segretezza nei Vostri confronti, tratterete le informazioni che Vi forniamo con la presente (ed in particolar modo le informazioni “sensibili”) con la dovuta riservatezza ed in piena conformità alle disposizioni vigenti, e non ne farete, anche mediante l’esibizione della presente o di sua copia, alcun uso diverso da quello strettamente necessario ai fini dell’attività di revisione contabile da Voi svolta.

1. Le controversie per le quali la Società o le Società Controllate hanno conferito ad avvocati facenti parte del nostro Studio l’incarico di assisterle e rappresentarle attualmente pendenti [ovvero: pendenti al 31/12/...] sono quelle risultanti dall’elenco qui accluso quale Allegato X, ove sono riportati per ciascuna controversia(10): (i) i nominativi degli avvocati del nostro Studio ai quali sono stati conferiti gli incarichi; (ii) la fase processuale (o il grado) nella quale si trovano le controversie; (iii) le domande e le eccezioni formulate dalle parti in causa; (iv) i provvedimenti disposti dall’Autorità Giudiziaria o dagli arbitri competenti, con indicazione della loro eventuale esecutività; (v) la nostra valutazione circa il possibile esito della controversia, espressa con riferimento alle categorie rilevanti ai fini della revisione contabile (e cioè: rischio di soccombenza probabile, possibile ovvero remoto(11); (vi) la stima degli importi che potrebbero risultare dovuti in caso di soccombenza parziale; (vii) la stima delle spese del giudizio.

Le valutazioni riportate nell’elenco devono intendersi espresse dagli avvocati ai quali sono stati conferiti gli incarichi, allo stato dei fatti e degli atti, e senza che dall’eventuale diverso esito della controversia rispetto a quello previsto possa derivare loro alcuna responsabilità, anche in considerazione della particolare difficoltà e dell’elevato grado di opinabilità di tali previsioni.
2. Le potenziali controversie per le quali la Società o le Società Controllate hanno conferito ad avvocati facenti parte del nostro Studio incarichi professionali alla data odierna [ovvero: al 31/12/...] ovvero delle quali siamo a conoscenza in virtù di informativa fornitaci ai fini del possibile conferimento di un incarico sono quelle risultanti dall’elenco qui accluso quale Allegato Y, nel quale sono descritti gli eventi o le circostanze dai quali possono derivare tali controversie, le relative passività potenziali (ove quantificabili) e la nostra valutazione circa il possibile esito, espressa secondo i criteri indicatati al precedente punto 1.

Per potenziali controversie si intendono quelle derivanti da richieste formulate da terzi nei confronti della Società o delle Società Controllate per iscritto.

3. Non riteniamo di poter fornire informazioni in merito a controversie pendenti o potenziali per le quali non siano stati conferiti incarichi professionali al nostro studio ovvero per le quali non ci sia stata fornita informativa ai fini del possibile conferimento di un incarico, né in relazione ad altri eventi e circostanze dai quali potrebbero derivare passività alla Società o alle Società Controllate se non costituenti potenziali controversie nel senso indicato al precedente punto 2.

4. Gli eventi successivi alla data del [•], connessi alle controversie di cui ai punti 1 e 2, dei quali siamo a conoscenza in virtù di specifico incarico professionale conferito dalla Società (o dalle Società Controllate) ovvero in virtù di informativa fornitaci ai fini del possibile conferimento di un incarico sono rispettivamente indicati nei suddetti Allegati X e Y.

5. Gli onorari e le spese maturati al 31/12/… nei confronti della Società e delle Società Controllate per i quali alla data odierna non è stata ancora emessa fattura o altro documento di addebito sono i seguenti: … .(12)

Distinti saluti.

[Studio Legale ...]

[Avvocato ... ]

_________________________________________

(1) ASLA è stata costituita in Italia a fine 2003 per iniziativa di primari Studi operanti nei settori del diritto commerciale, societario e finanziario internazionale. Ne fanno attualmente parte quasi cinquanta Studi Associati.

(2) Specificare il nominativo del/i legale/i che assiste/assistono la Società

(3) Indicare l’indirizzo dell’ufficio cui deve essere trasmessa la risposta.

(4) I limiti sopra indicati sono da intendersi riferiti agli importi richiesti dalla controparte indipendentemente dalla stima rispetto al presunto esito finale. Nel caso di controversie che non quantificano una richiesta danni, si deve invece far riferimento alla stima del possibile onere a carico della Società in caso di soccombenza, ovvero, in alternativa, indicarle come controversie di valore non determinabile.

(5) Al riguardo si precisa quanto segue:
• rischio di soccombenza probabile si presenta qualora se ne ammetta l’accadimento in base a motivi seri o attendibili ma non certi, ossia se l’accadimento è credibile, verosimile o ammissibile in base a motivi ed argomenti abbastanza sicuri;
• rischio di soccombenza possibile si presenta se non è agevole prevedere l’esito della controversia ossia se il grado di realizzazione e di avveramento dell’evento futuro è inferiore al probabile. L’evento possibile è quello che può accadere o verificarsi, che cioè è eventuale o può avvenire;
• rischio di soccombenza remoto si presenta se ha scarsissime possibilità di verificarsi, ossia, nei casi in cui potrà accadere molto difficilmente.

(6) Paragrafo da inserire nel caso esistano queste fattispecie.

(7) Qualora alla data della verifica sussistano onorari e spese maturate a carico della Società (ed a carico delle società controllate) in corso di quantificazione, e per i quali non sia stata ancora emessa fattura o altro documento di addebito, se tali onorari e spese non superano Euro [•] è possibile esplicitare nella risposta unicamente il mancato superamento di detto ammontare.

(8) Questo schema contiene, a titolo meramente indicativo, gli elementi che possono essere forniti dagli studi legali ai revisori nelle loro lettere di risposta, con prospettazione di talune scelte alternative. 9 La lettera di richiesta deve essere sottoscritta anche dalle Società Controllate, se devono essere fornite informazioni anche in relazione alle stesse.

(10) Per controversie numerose e di importo unitario non significativo le informazioni possono essere riportate in modo sintetico, e alcuni elementi possono essere omessi.

(11) Al riguardo si precisa quanto segue:
• rischio di soccombenza probabile si presenta qualora se ne ammetta l’accadimento in base a motivi seri o attendibili ma non certi, ossia se l’accadimento è credibile, verosimile o ammissibile in base a motivi ed argomenti abbastanza sicuri;
• rischio di soccombenza possibile si presenta se non è agevole prevedere l’esito della controversia ossia se il grado di realizzazione e di avveramento dell’evento futuro è inferiore al probabile. L’evento possibile è quello che può accadere o verificarsi, che cioè è eventuale o può avvenire;
• rischio di soccombenza remoto si presenta se ha scarsissime possibilità di verificarsi, ossia, nei casi in cui potrà accadere molto difficilmente.

(12) Qualora alla data della verifica sussistano onorari e spese maturate a carico della Società (ed a carico delle Società Controllate) in corso di quantificazione, e per i quali non sia stata ancora emessa fattura o altro documento di addebito, se tali onorari e spese non superano Euro [•] è possibile esplicitare nella risposta unicamente il mancato superamento di detto ammontare, precisando che “Gli onorari e le spese maturati al 31/12/… nei confronti della Società e delle Società Controllate che alla data odierna sono in corso di quantificazione, e per i quali non è stata ancora emessa fattura o altro documento di addebito, non sono superiori a Euro []”.